domenica 30 marzo 2008

L'albero della poesia


25 APRILE 2008
MEMORIAL DAY
2008 APRIL 25th

Ideato da / Idea by
GIANCARLO DA LIO
TIZIANA BARACCHI

ARTISTI PRESENTI
ITALIA Fiorenzo Barindelli, Gianluca Battistello, Mariano Bellarosa, Roberto Cogo, Pino Conestabile, Gruppo Open, Gruppo Sinestetico, Vincenzo Montella, Carlo Pecorelli, Paola Rivabene, Roberto Scala, Gianluca Scordo, Tito Truglia, Franco Ventimiglia, Stefano Zanus
BANGLADESH Rafique Sulayman, Abdus Sattar
BELGIO Bernd Reichert
FRANCIA Christian Alle
GERMANIA Peter Küstermann, Jürgen Olbrich, PLG
EDIZIONI O.M.P. Farepoesia

VERNISSAGE
dalle 10.00 alle 20.00
from 10.00 a.m. to 8.00 p.m
CENTRO CULTURALE CANDIANI
Piazzale Candiani,7
VENEZIA MESTRE

mail art, letture di poesia, performance, installazioni ed altro
Sei invitato You are invited
mail art, poetry readings, performances, installations and more

A forest (una foresta)

Avvicinati e guarda
Guarda tra gli alberi
Trova la ragazza
Se ci riesci
Avvicinati e guarda
Guarda nel buio
Devi seguire solo i tuoi occhi
Devi seguire solo i tuoi occhi

Sento la sua voce
Chiamare il mio nome
Il suono è profondo
Nell’oscurità
Sento la sua voce
E inizio a correre
Tra gli alberi
Tra gli alberi

Improvvisamente mi fermo
Ma so che è troppo tardi
Mi sono perso in una foresta
Tutto solo
La ragazza non c’è mai stata
E’ sempre lo stesso
Sto correndo verso il nulla
Ancora e ancora e ancora

Ci siamo ricordati !

Il dubbio iniziale è sempre lo stesso....un'ora avanti o un'ora indietro ?
Poi mi sovviene la teoria dell' Ucciuno ("sono le 3 ma è come se fossero le 2"), ripetuta ad ogni occasione... ;-))

sabato 29 marzo 2008

Dedica a Marco



Io ricordo ancora, la lotta costante in quell'Agosto 1984 (mese che vorrei poter "resettare"...). io, superficialotta e incostante, volevo ascoltare i Talk Talk tutto il giorno, tu cercavi di istruirmi a tuo modo, insistendo fino all'ennesimo battibecco !!!
Bè le metto tutte e due, lo so che nell'aria dolce in cui sei, riesci ancora a sorridere...
Giuro, musicalmente mi sono evoluta! Te lo dovevo !!

Forse

Sorrido…
Ho deciso
Di scendere dal palco in cui inventavo difficili copioni
Per émente assorbito e elaborato
ili copioni
toccare la terra coi piedi nudi
Perché il dolore della realtà
Sia finalmente assorbito ed elaborato…
La verità è
Un incubo amaro
Di fatti rinnegati
Per difendersi dal plagio dei ricordi…
La confusione
È l’arma con cui mescoliamo le carte fuori posto
Che non sappiamo dove collocare…
Giustificazione illusoria ed inutile
Che allontana il traguardo…
Sorrido…
Oggi il mio sguardo è capace di sentire
Il mio cuore di trasmettere
Il mio impegno di fugare!
Una voce conosciuta canta nella mia memoria
“se avessi io previsto tutto questo…”
ma forse non è importante
forse sarei la stessa!

venerdì 28 marzo 2008

Proviamo con il judo !

Evidentemente il Tinis non è "propenso" allo sport.
Non parlo a vanvera, ma per esperienza diretta (3 anni di pianti e malesseri inventati ogni lezione di ginnastica settimanale, il rifiuto totale per il nuoto... inaspettata la grande soddisfazione con lo sci!).
Sicchè questa volta tentiamo con il Judo.
Suppongo che il suo fiducioso, esagerato entusiasmo sia dovuto ad un grande equivoco: credere che il judo siano le mosse e la lotta che fanno i Dragonball (gx-t-metal-laminat), cartoni animati che segue in televisione!
Emulazione ? Lo capiremo, tempo 3 lezioni !!
To be contiuned (e se non avrete notizie...non chiedetemele, inutile girare il coltello nella piaga!)

E allora Karaoke sia !!

giovedì 27 marzo 2008

Un regalo

"E bisogna sempre vivere come se si dovesse morire entro dieci minuti o durare per sempre."
Marguerite Yourcenar
Ho scelto di rimediare
Perché spesso il riflesso della realtà che vedo
È troppo differente dalla realtà che vivo…
Ho scelto di rimediare
Perché il contesto degli errori
Ha basi molto solide
Che poggiano talvolta su banali equivoci…
Ho scelto di rimediare
Perché dentro una lacrima
Ho letto più di quanto abbia letto sulla carta…
Ho scelto di rimediare
Perché la fanciulla che non sono riuscita ad essere
Inventa ricordi per me
Per non farmi fare a pugni con un passato
Che le mie dita vorrebbero solo poter rendere creta…
Ho scelto di rimediare
Per fare pace con le ore della notte
Che scendono scure e senza sogni
Per una primordiale necessità di sostegno
Perché la luce che mi risveglia sia
Giorno benvenuto
Perché lo devo a qualcuno che mi osserva dal cielo
Perché lo devo a qualcuno che si stanca al mio fianco
Con occhi d’amore e di madre
Con occhi di uomo di figlio
O solo di presenza…
Ho scelto di rimediare
Perché non sono capace di credere in Dio
Eppure sto pregando…

Riassunto

Per indole osservo
Per prudenza dimentico
Per orgoglio giustifico
Per salvarmi rinnego
Per sorridere nascondo
Per ricominciare sublimo
Per pigrizia svanisco
Per principio rimando
Per curiosità assecondo
Per inerzia ripeto
Regista dei miei danni
Artefice delle mie conquiste!

mercoledì 26 marzo 2008

Un pò di sano quotidiano (il rientro pasquale)

Se c'è una cosa che mi affascina, mi incuriosisce, è il rapporto che il Bilio ha con il frigorifero.
Prima di partire per andare dalla Ucciuno col Tinis, ho "stipato" il frigo di casa con prosciutti, pomodori, formaggio, insalate ecc. perchè avesse almeno di che cibarsi senza troppi coinvolgimenti con la cucina!
C'era rimasto anche un carciofo, residuo dell'ultima passione del Tinis.
Ebbene, oggi apro il frigorifero per controllarne lo stato di degrado assoluto e, in BELLA VISTA, c'è il suddetto carciofo MUMMIFICATO ! No dico davvero, pietrificato!
Se pensiamo che la pattumiera dista circa 100cm. dal frigorifero...
Forse è meglio che non vi racconti quando torno dal luuuuuungo periodo estivo !!
p.s. c'è da dire che il Bilio è un artista...ah bè si bè...

Siamo nella stessa lacrima



E' giunto il momento di confessare ai miei amici un desiderio che ho da tutta la vita. Come vorrei avere una voce così...non per diventare per forza una cantautrice, canterei per me stessa e per le persone che amo... Canterei a squarciagola tutto il giorno (cosa che per altro, faccio lostesso quando sono in macchina o a casa, con la mia ex-voce discreta!)

Intanto mi avvio...

Fiduciosa
Ottimista
Possibilista
Mi avvio
Un bagaglio infinito di ricordi
Dai quali attingo ogni giorno lacrimose risate
E mi avvio…
Vorrei solo tirare fuori dalla mia valigia
I dettagli di me che non corrispondono al vero
Che disorientano il mio sguardo che non sa dove posarsi
Che imbrogliano chi si fida delle mie parole
Che pesano sul fardello e incurvano le spalle di piccole bugie…
Rimane un’ anima
-forse semplice forse infantile forse superficiale-
ma ancora e sempre guerriera…
E mi avvio…
Come ogni anno come ogni giorno come ogni ora come ogni minuto
Da tutta la vita!

venerdì 21 marzo 2008

Spazio

Quando la parola diventa fuga e rifugio
Si apre un varco…
O si supera l’eco che ritorna
O si disintegrano potenziali stabilità…
Tocca filtrare i pensieri
Per salvaguardare uno spazio ottenuto ?

I hope that someone gets my...



BUONA PASQUA A TUTTI !

Vorrei potermi posare altrove...

farfalla dalle ali di neve

sotto un sole che brucia senza scaldare...

giovedì 20 marzo 2008

Creativa 2008 (grazie Franco!)

http://www.rignano.org/Creativa%20Sito/index08.htm

Sono le parole pura energia
un salto di gioia
un fremito d'aria
il senso del dire
il senso del fare
unire i pensieri
e portare nel cielo
due passi di danza di un unico tempo
e dentro il richiamo di un colore segreto
il lampo degli occhi socchiusi al bagliore

(Franco Piri Focardi)

Parentesi


mercoledì 19 marzo 2008

Vocabolario

palìndromo agg., s.m.1 agg. TS metr., di verso, che rimane identico anche letto al contrario s.m., verso con tale caratteristica 2 s.m. TS enigm., parola che, se letta al contrario, rimane identica oppure dà una parola di significato diverso (per es. oro, oppure organo e onagro)

Palindromo


Qualcosa possiamo scegliere
Qualcosa sappiamo distinguere
Salta un battito del cuore
Il petto lo avverte
Ma la voce non tradisce…
Quando la strada si biforca
La reazione deve essere istantanea
La ragione è uno strumento
Spesso deriso dal cuore
Che a volte non trova ragioni adeguate…
L’età è un’attenuante…
Talvolta eroicamente decide
In base all’esperienza
Come se gli anni fossero una regola scontata.
I termini sono confusi
Perché i codici in generale sono relativi.
Ciò che vale una volta
Non vale per sempre!
Scegli la cosa giusta
E trova il momento giusto per farlo
– la vita è un palindromo ??-

Tibet

https://secure.avaaz.org/act/index.php?r=act




Ho cercato i biglietti per entrambi i concerti....tutto esaurito!
Beato chi ci andrà...a me resta l'hi-pod !!!

Effusioni energetiche

Porta i tuoi colori nella mia tavolozza
Uniamo il mio orizzonte insieme al tuo
Vediamo se varrà qualcosa il colore scoperto…
Lascia la briglia
Concediti
Chiudi gli occhi respira
Apri gli occhi trattieni il respiro
Respirerò al posto tuo
Canta le tue parole sopra le mie
Ascolta il suono setacciandolo dal senso…
Le nostre dita disegnano favole dai toni sicuri
Il nostro cielo è grande abbastanza
Per contenere una certa follia!
Porta il tuo destino sulla mia tavolozza
Lo dipingerò per te
Mentre con gli occhi socchiusi seguirai il mio pennello!

martedì 18 marzo 2008

Mail art


HOW WE WERE

Cardamomo

Mi sono ritrovata ad osservare la corazza di un piccolo seme...
Talvolta ci sono minuscoli dettagli che parlano di noi
Senza orientamenti creano un precedente...
Come nei fondi del caffè
chi ne ha bisogno legge i suoi giorni
io divertita leggo
una parola che cambia significato ogni secondo che passa...
Mi porto nel giorno
il significato che più si avvicina!

lunedì 17 marzo 2008

Dedicato al mio Tinis



...per la serenità che questo assurdo brano mi offre ogni volta che lo ascoltiamo insieme!

domenica 16 marzo 2008

"Il tripudio del Guerriero"

Ingredienti:
spinaci, piselli, speck a dadini, prosciutto cotto,parmigiano come se piovesse.
(To the face of my bad colesterolo ridens !!)

http://paysdevernoux.canalblog.com/albums/art_postal___mail_art/photos/20964502-bellarosa_mariano__italie___photo.html

Parentesi

"Ah se tu m' amassi....se tu m' amassi.... se tu m'amassi..."

"Ma no che non ti amasso !!"

Seduzione


Il limite
Alle nostre possibilità
Sta nel simularci appropriati
A situazioni che non ci corrispondono
Ponendo un freno così
Alla scoperta e all’adattamento…
Solo modificando di continuo il nostro spirito
Liberi dalla presunzione di possedere dei confini
Lasciamo che il futuro disegni i suoi respiri…
Non serve ingegnarci per decodificare
Le rappresentazioni del tempo…
Serve solo lasciarci un po’ sedurre e provocare !

Grazie Claudio !

http://dododada.ning.com/forum/topic/show?id=691247%3ATopic%3A24747

sabato 15 marzo 2008

Scusate

Qualcuno ha messo un commento sul post precedente, non sono riuscita a leggerlo e per errore l'ho addirittura cancellato!
Chiedetemi dove ho la testa ?

Dedica al mio Tinis



Vorrei che ci credessi come ci ho creduto io...

E questo ti permettesse di essere consapevole, forte, coraggioso !

Ciao Paky

Te l'ho portato il Tinis a sciare e lo sto anche facendo studiare...
Non ho perso il riferimento dei tuoi occhi e ancora mi confondo, quando ti spiego le cose in sogno...
Hey Pà...dovrò per forza diventare grande, ora che non ci sei?

mercoledì 12 marzo 2008

Dalla parte di

Proverò a vivere dalla parte di me stessa
Ristabilendo rapporti reali
Tra le dimensioni della mia esistenza
E l’insorgere continuo di progetti
Gridati respinti sospettati da irragionevoli dubbi…
Proverò a cercare dalla parte di me stessa
Una elementare gratificazione
Che ristabilisca una parvenza di equilibrio….
Non serve strappare pagine
Per sommergere la mia libera espressione
Di coriandoli
Che si posano sulla polvere del quotidiano…
Non serve girare la testa cercando il sole perché mi renda cieca
Oppure la notte per restituirmi il sonno…
Non serve neppure osservare mani che invecchiano
Costruite su un cuore che sogna ancora piogge da bambini…
Il rispetto che nutro
Verso ciò che non ho potuto vivere
Amplifica una sensazione di stallo che non posso fuggire a lungo…
Cercherò di osservare dalla parte di me stessa
Togliendo gli orpelli non necessari
Che stabiliscono numerose variabili all’ipotetico bivio…
Seduta al mio posto
Occupando il mio spazio
Tutta l’energia sta
Nei desideri persi !
A trovarla…

domenica 9 marzo 2008

Omaggio



L'ultimo ritmo in grado di lasciarmi ballare !
Grande Jim Kerr!

sabato 8 marzo 2008

8 Marzo

Ebbene si, il Bilio mi ha sorpresa, non c'è che dire !
Non ci ricordiamo la data del nostro Anniversario ma la Festa della Donna...

L'attimo

C’è stato un attimo in cui
Tutto il credibile era possibile
I fiori sulla pelle
Le scarpe slacciate
Le tasche piene
Le tasche vuote
Gli occhi bramosi di possedere ogni minuto
le gambe svelte di passi sicuri
nonostante il buio dell’incognita…
c’è stato un attimo che ci ha raccolti tutti
nel sorriso malizioso e ingenuo dell’immortalità
che ci appartiene per una dolce parentesi soltanto…
il momento in cui il buio sembra luce
e viviamo la luce aspettando il buio
come luogo di incontro di mani ancora tiepide…
lo sguardo mai stanco
lo stomaco mai sazio
la coscienza ancora in silenzio
ed il silenzio uno spazio da riempire di voci
le voci un dettaglio
i dettagli la vita…
dura un solo istante
la scelta di una direzione…
Tutta l’esistenza per scontarla!

venerdì 7 marzo 2008

Auto-dedica



Lo so, i pignoli, i puristi avranno da dire, saranno delusi, del resto è da quando avevo 16 anni che discuto i miei gusti musicali bizzarri...
Ed è proprio ai miei 16 anni che dedico questa perla e chi vorrà capire capirà...
La gioia dei ricordi è un rifugio infinito dove persino il dolore sembra essere perfetto...

Un pò di originale quotidiano

Siamo in pieno "transfert" ! Evidentemente scosso dall'esperienza ospedaliera, il Tinis si è immedesimato nel Dottor M******* (privacy docet) e, come arriva a casa da scuola si traveste con la mascherina e la cuffia regalategli dalle infermiere, inforca due pinzette e si mette ad operare il povero Grecky (il suo bel orsacchiotto di pelouche), gli mette poi il collirio e la benda sull'occhio.
Fin qui tutto bene, se non avesse poi deciso non so in base a quali criteri, che il Dottor M****** di giovedì fa il barbiere a tempo perso. Al Grecky sono quindi stati tagliati i capelli (il pelo n.d.r.), a tal punto che si è bucato il rivestimento ed è spuntata la gomma piuma!
"Signora" (mi dice) " ho operato suo figlio e già che c'ero l'ho anche pettinato!"
E mi tocca pure dirgli "Grazie Dottore, domani passa ancora a visitarlo?"
P.s. Il Tinis ha anche deciso che il suddetto Dottore, di Mercoledì fa il cassiere in un negozio, quindi mi tocca stare ore a fare finta di comprare oggetti, pagandoli coi soldi (finti) che ha ricevuto in un regalo di Natale.
Rinuncio a capire cosa accada nell'immaginazione dei bimbi, come ormai da tempo ho rinunciato a capire cosa succeda nella mia!
P.s.2... Santa pazienza, che mondo magico !!

giovedì 6 marzo 2008

Sfogo

Le parole sono ingannevoli segni…
Segni neri e senza significato
Con cui tentiamo come ciechi
Di rendere tangibile il nostro lato scuro.
Linee e suoni
Senza valore né senso
Di fronte ad una lettura che
Rimbomba senza alleggerire…
Il poeta conosce il tormento delle cose non dette
La frustrazione di parole che feriscono più del silenzio !
Un foglio sporco di rimedi improvvisati
L’aria satura di suoni perfetti
Che non comunicano niente!

Dedica 3



BUON VIAGGIO A CHI UN SOGNO NEL TASCHINO CE L'HA ANCORA!

mercoledì 5 marzo 2008

Dedica 2



Se sentiste cosa fa con questa voce nei canti sacri....

Dedica




THERE MUST BE AN ANGEL...

martedì 4 marzo 2008

Sospetti


Dove nascondere i sospetti
Che lacerano quei minuti
Che ci separano dall’unione con ciò che aspettiamo?
Minuti che non si esauriscono
Come solitamente fa il tempo aggiungendo dettagli al vissuto…
Minuti che sono il grido dell’infinito
Imperturbabile
Che somma anziché detrarre…
L’alienante attesa dei momenti che non passano
Inchioda scrupolosamente i sospetti che la alimentano
Ad un orologio
Che di fatto non troviamo nella realtà che tocchiamo…
Perché il timore non si può toccare
Perché la certezza è una vibrazione
Creata dall’unione di premesse e conseguenze
E le premesse le costruiamo noi
Le conseguenze quel famoso destino che temiamo !
Camminiamo nell’incertezza
Districando con le mani
I nodi del sospetto che teniamo in tasca

tentando invano di nasconderlo!

lunedì 3 marzo 2008

Chi lo avrebbe mai detto...










Ebbene si, quello che vedete è IL TINIS!!!

L'"anasportivo" per eccellenza, il mio piccolo Fantozzi ce l'ha fatta !

I suoi maestri hanno detto che è stato davvero bravo, fin troppo spericolato (ma stavano parlando di Tinis-Prudenzio? si si !).

Chissà il suo nonno da lassù che orgoglio...