venerdì 26 gennaio 2007

IL BIVIO

Cerco nella confusione
Dei ricordi
L’origine dei contrasti
Che hanno sfaccettato gli errori
Tutto si spiega
E si dipinge
Nelle altalenanti alterazioni
Dei giorni
Che hanno subìto
Gli immancabili umori
Delle stagioni
Nei bui inverni
Dove non c’era calore rassicurante
Per il cuore…
Nelle torride estati
Dove non esisteva
Ombra nell’anima…
E dove ha corrisposto
Ad ogni cambiamento
L’insondabile testardaggine
Dell’età…
Ho giocato
La roulette del destino
Per bruciare anni
Che poi avrei rimpianto
Ho prestato il mio volto
A circostanze ambigue
Per non apparire inadeguata…
Quando il sorriso
Ha ancora il tono dell’infanzia
Le avversità hanno
Ali invitanti…
Più tardi
Il tempo introduce
I danni e impone un bivio
Ho scelto la strada più dura
E la sola
Che offre un riscatto
Vale sempre la pena
Di elaborare un dolore
Se il traguardo
È l’Amore!


( Seconda classificata concorso "Aclirodano" 2004)


1 commento:

mamix ha detto...

quando si è imposto un bivio la scelta piu' dura ti ha premiato veramente con l'amore etu hai quello dei 3 EMME