giovedì 18 settembre 2008

Pensiero

Orecchie che non sentono
non intendono
non decodificano
non sono in grado di.
Oltre alla musica
e alle parole comunemente riconosciute
ci sono le sfumature dei suoni da elaborare
e definire
e rendere singoli significati.
Le cose non dette
e quelle non spiegate
esistono e non perdono spessore nel non risolto.
Costruiscono cunicoli buii nel nostro profondo attaccamento allaVerità
e aspettano la luce che chiarisca o rassicuri.
Le orecchie sono
il nostro filtro del mondo reale
ed onirico
Tutti i nosri criteri e le nostre speranze
si intendono lì...

6 commenti:

3my78 ha detto...

Sono un gran mezzo fisico...ma spesso vanificato da ciò che sta all'interno della testa...

I detti popolari:

"non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire"

A presto:-)

la Ellis ha detto...

....le orecchie catturano i SILENZI : ...parole che non sono state dette per volontà...per incapacità....per mancanza di tempo.....per orgoglio...per rispetto......parole che avresti voluto sentire......
o magari.....è proprio il SILENZIO,nella sua forma più pura quello di cui avevi bisogno....

Anonimo ha detto...

Allora aggiungo :che talvolta la parola è d'argento ed il silenzio è d'oro!!!!M.me Renée la portinaia

lasettimaonda ha detto...

Ascoltare, da non confondersi col sentire.
Grande differenza, ma quasi mai percepita!
Ti mando un bacio, gino!

lucagel1 ha detto...

Ascoltare e non udire...bella ,Paola...un saluto

Buba ha detto...

il più delle volte sono propiio le sfumature che fanno la differenza... bacio ...