sabato 10 ottobre 2009

domani


Questa lacrima che scende…
Non sono più in grado di scindere la gioia dal dolore…
Perché entrambe le sensazioni
Mi procurano
Un disequilibrio
Che regna in armonia
Col mio essere del momento…
Asciugo dal mio volto segnato
Passo oltre
Passo la spugna
E continuo l’apparente diverbio
Nel caldo abbraccio delle lenzuola
Che tutto asciuga
E rende innocuo…
Domani farò una lavatrice di bucato bianco
E dentro metterò presagi infami
Sentenze incontrastabili
Salvando dalla tortura
Tutto ciò in cui
Ancora mi rifugio !

1 commento:

Buba ha detto...

è un'idea.... la prossima volta ci metterò anche tanta candeggina che smacchia meglio : non si sa mai !