martedì 28 ottobre 2008


Serate in spiaggia
Divise tra folli indianate
Dai nomi impossibili
E poesie sussurrate ad un ego irrisolto…
Serate con le mani intrecciate
A nomi conosciuti da sempre
Così familiari da sembrare legati
Al nostro intimo divenire…
Cartoline perfette di giorni e infanzie diverse
Separatesi restando congiunte
Per il disegno che ognuno ha scelto di sé…
Una spiaggia che è rimasta uguale per tutti
Nonostante gli inverni diversi
I lutti elaborati
I momenti comuni di gioia oltranza e indifferenza..
Ciao mare perduto
Ciao riferimento abbattuto dal divenire
Che prosegue
Uccide
Ricostruisce
E cambia
Nonostante la stabilità del ricordo…
Con te se ne vanno gli amori in riva al mare
Le chiacchiere infinite
Le sciocchezze nascoste nei sogni
Le notti ebbre dell’innocenza!
Le speranze le preghiere i torti le certezze….
Con te se ne va un punto fissato nella mia crescita…
Uno dei pochi !
Ciao Alassio
L’anima di mio papà respira nelle tue acque
dimenticarti sarà impossibile !

4 commenti:

annapaola ha detto...

bè non poteva che risponderti una che come te a trascorso innumerevoli stronzate in quel di Alassio
..in primis i gavettoni ai treni...

e poi senza troppe storie non ci siamo soffermate a "guardare il treno" ma ce ne siamo andate via in sordina....

ma quanto ti voglio bene P.
firmato:
Baci d'Alassio

lucagel1 ha detto...

Ciao Paola..ah la riviera,il mare...la una piena sull'acqua...

Maurizio ha detto...

Questa sera mi trovi particolarmente predisposto ai ricordi....
Dolce notte

Logchip ha detto...

Ci sono momenti che rimangono nascosti dalla sottile polvere che la vita deposita sulla nostra memoria. Poi improvvisamente un fatto riannoda fili di sensazioni dimenticate, che sgorgano imponenti.